Riflessioni

Cercatori di Dio: cercatori della Sua volontą

Introduzione
La ”Lettera ai cercatori di Dio” è un sussidio della Commissione Episcopale per la dottrina della fede del 22-25 settembre 2008.

Esso si rivolge a tutti coloro che sono alla ricerca del volto del Dio Vivente: IL TUO VOLTO, SIGNORE IO CERCO, NON NASCONDERMI IL TUO VOLTO

E’ suddiviso in tre parti:
1) Le domande che ci uniscono: un invito a credenti e non che sinceramente vogliono riflettere sulle domande che ogni uomo si pone, perché sono insite nel suo cuore;
2)La Speranza che è in noi: una testimonianza che vuole rendere ragione della Speranza di cui siamo portatori;
3) Come incontrare il Dio di Gesù Cristo: una proposta fatta a chi cerca di incontrare il Dio di Gesù Cristo.
E’ la proposta di percorrere una strada, che ci permette di incontrare il Figlio del Dio vivente, incarnato nella storia e che sovverte i nostri schemi e le nostre attese, ma che è il solo che può darci l’acqua viva che ci disseta per la vita eterna (cfr. Gv 4,14).
Vogliamo percorrerla anche noi? O pensiamo di aver incontrato già Gesù Cristo, di credere in Lui e di non aver bisogno di cercarlo ancora ogni giorno?
E’ una domanda provocatoria che vogliamo porci all’inizio di queste semplici riflessioni per metterci nell’atteggiamento giusto di umiltà di chi non si sente mai arrivato nella conoscenza del Dio Vivente, e che ritiene di essere sempre alla ricerca della Fonte di acqua viva (cfr. Gv 4,11).
In questo ritiro ci soffermeremo sulla prima parte : LE DOMANDE CHE CI UNISCONO.
Il documento prende in esame alcuni temi, che fanno constatare l’attesa dell’uomo di qualcosa o di Qualcuno che possa soddisfare il proprio desiderio di felicità, di amore dato e ricevuto, di pace e di giustizia. Spesso, però l’uomo deve constatare che nel mondo c’è la sofferenza, l’odio, la violenza e l’ingiustizia.
Lasciando il compito a ciascuna di riprendere il documento e leggerlo personalmente o comunitariamente, qui prendo spunto da alcune domande di senso della vita per svilupparle come riflessione, tenendo presente in modo particolare l’insegnamento di Gesù nel Vangelo e l’esempio di Francesco, presentato nelle Fonti Francescane. Per questa riflessione ho attinto dal “Catechismo della Chiesa cattolica” e dal catechismo degli adulti “La verità vi farà liberi” e, ovviamente dalla Sacra Scrittura.
Tutti noi siamo: cercatori di felicità, cercatori di amore, cercatori di pace e di giustizia, dei valori universali, che tutti portiamo nel cuore.