Adorazioni Mensili

Padre non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male


Ogni mese, quest’anno, abbiamo sostato in adorazione dinanzi a Gesù eucaristia, associandoci alla sua preghiera presso il Padre nostro. Siamo arrivate all’ultima invocazione: “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male”. Con questa domanda, noi ammettiamo che corriamo sempre il rischio di voltare le spalle a Dio Padre.

Il Padre nostro finisce con un affettuoso grido di aiuto: Padre, tieni conto che siamo tanto deboli. Nell’invocazione finale accorata noi affermiamo di essere sicuri della fedeltà di Dio, che abbiamo chiamato Padre.

Vogliamo avere anche uno sguardo a Maria, in questo mese a lei dedicato. Uno studioso della Bibbia e delle usanze dei beduini del deserto, per spiegare la celebre immagine di Maria come nemica del serpente, rappresenta al vivo il modo di procedere della famiglia nomade nel deserto. Il capofamiglia è davanti, i familiari, la madre, la sposa, la frotta di piccoli, dietro, a ventaglio. La sposa ha un ruolo particolare: cammina dietro un po’ di fianco, perché, nel pericoloso camminare nel deserto, è lei che grida appena scorge il serpente che tenta di mordere al calcagno il capofamiglia. Il capofamiglia si volge di scatto e con il bastone colpisce e uccide il serpente.

Nell’ora della tentazione, fidiamoci di Maria, colei che prega per noi peccatori, ora e nell’ora della nostra morte.

clicca qui per scaricare l'adorazione