Fonti Francescane

Elenco articoli in questa rubrica

Lodi di Dio altissimo

[261] 1 Tu sei santo, Signore, solo Dio, che operi cose meravigliose. 2 Tu sei forte, Tu sei grande, Tu sei altissimo, Tu sei re onnipotente, Tu, Padre santo, re del cielo e della terra. 3 Tu sei trino ed uno, Signore Dio degli dèi, Tu sei il bene, ogni bene, il sommo bene, il Signore Dio vivo e vero. 4 Tu sei amore e carità, Tu sei sapienza, Tu sei umiltà, Tu sei pazienza, Tu sei bellezza, Tu sei mansuetudine, Tu sei sicurezza, Tu sei quiete. 5 Tu sei gaudio e letizia, Tu sei nostra speranza, Tu sei giustizia, Tu sei temperanza, Tu sei tutta la nostra ricchezza ... »»

Benedizione a frate Leone

[262] 1 Il Signore ti benedica e ti custodisca, mostri a te il suo volto e abbia misericordia di te. 2 Rivolga verso di te il suo sguardo e ti dia pace. 3 Il Signore benedica te, frate Leone.... »»

Lodi per ogni ora

[Rubrica: Incominciano le lodi composte dal beatissimo padre nostro Francesco. Egli le recitava ad ogni ora del giorno e della notte e prima dell’Ufficio della beata Vergine Maria; e incominciano così: «Santissimo Padre nostro, che sei nei cieli, ecc.». seguite dal Gloria. Poi si dicano le seguenti lodi:] [264] 1 Santo, santo, santo il Signore Dio onnipotente, che è, che era e che verrà; E lodiamolo ed esaltiamolo nei secoli. 2 Tu sei degno, Signore Dio nostro, di ricevere la lode, la gloria e l’onore e la benedizione; E lodiamolo ed esalti... »»

Esortazione alla lode di Dio

[Lode di Dio nel luogo dell’Eremita] [265/a] 1 Temete il Signore e rendetegli onore. 2 Il Signore è degno di ricevere la lode e l’onore, 3 Voi tutti che temete il Signore lodatelo. 4 Ave Maria piena di grazia il Signore è con te, 5 Lodatelo cielo e terra. 6 Lodate il Signore, o fiumi tutti. 7 Benedite il Signore o figli di Dio. 8 Questo è il giorno fatto dal Signore, esultiamo e rallegriamoci in esso. Alleluia, alleluia, alleluia! Il Re di Israele. 9 Ogni vivente dia lode al Signore. 10 Lodate il Signore perché è buono; tutti voi ch... »»

Parafrasi del Padre nostro

[266] 1 O santissimo Padre nostro: creatore, redentore, consolatore e salvatore nostro. [267] 2 Che sei nei cieli: negli angeli e nei santi, illuminandoli alla conoscenza, perché tu, Signore, sei luce, infiammandoli all’amore, perché tu, Signore, sei amore, ponendo la tua dimora in loro e riempiendoli di beatitudine, perché tu, Signore, sei il sommo bene, eterno, dal quale proviene ogni bene e senza il quale non esiste alcun bene. [268] 3 Sia santificato il tuo nome: si faccia luminosa in noi la conoscenza di te, affinché possiamo conoscere l’ampie... »»

Preghiera davanti al Crocifisso

[276] Altissimo glorioso Dio, illumina le tenebre de lo core mio. Et dame fede dricta, speranza certa e carità perfecta, senno e cognoscemento, Signore, che faccia lo tuo santo e verace comandamento. Amen.... »»

Ufficio della Passione del Signore

[279] Incominciano i salmi, che il beatissimo padre nostro Francesco compose a onore e a memoria e a lode della passione del Signore. Essi vanno recitati uno per ciascuna delle ore canoniche del giorno e della notte. E incominciano dalla compieta del Giovedì santo, perché in quella notte il Signore nostro Gesù Cristo fu tradito e catturato. E nota, che il beato Francesco recitava questo ufficio in questo modo: all’inizio diceva l’orazione, che ci ha insegnato il Signore e Maestro: Santissimo Padre nostro, ecc. insieme alle lodi: Santo, santo, santo, come sono r... »»

I fioretti

CAPITOLO PRIMO. AL NOME DEL NOSTRO SIGNORE GESÙ CRISTO CROCIFISSO E DELLA SUA MADRE VERGINE MARIA. IN QUESTO LIBRO SI CONTENGONO CERTI FIORETTI MIRACOLI ED ESEMPI DIVOTI DEL GLORIOSO POVERELLO DI CRISTO MESSER SANTO FRANCESCO E D’ALQUANTI SUOI SANTI COMPAGNI. A LAUDE DI GESÙ CRISTO. AMEN.   In prima è da considerare che ’l glorioso messere santo Francesco in tutti gli atti della vita sua fu conforme a Cristo benedetto: ché come Cristo nel principio della sua predicazione elesse dodici Apostoli a dispregiare ogni cosa mondana, a seguitare lui in... »»

Testamento di san Francesco

[110] 1 Il Signore dette a me, frate Francesco, d'inco¬minciare a fare penitenza così: quando ero nei peccati mi sembrava cosa troppo amara vedere i lebbrosi 2 e il Signore stesso mi condusse tra loro e usai con essi mi¬sericordia. 3 E allontanandomi da essi, ciò che mi sembrava amaro mi fu cambiato in dolcezza d'animo e di corpo. E di poi, stetti un poco e uscii dal mondo. [111] 4 E il Signore mi dette tale fede nelle chiese che io così semplicemente pregavo e dicevo: 5 Ti ado¬riamo, Signore Gesù Cristo, anche in tutte le tue chiese che sono nel mond... »»

Vita prima di san Francesco d'Assisi del Celano

VITA PRIMA DI SAN FRANCESCO D'ASSISI QUESTA VITA PRIMA di san Francesco, che il francescano abruzzese Tommaso da Celano (c. 1190/c. 1260) scriveva tra il 1228 e l'inizio del 1229, è la prima biografia del Poverello. E, al tempo stesso, è il capostipite di diverse altre Vite o Leggende non riportate in questo volume, in quanto ne ripetono la matrice. Ciò vale soprattutto per la Vita di san Francesco di Giuliano da Spira (c. 1232/1239), per la Leggenda versificata di Enrico d'Avranches (c. 1232/1234), per la Leggenda corale dello stesso Tommaso (c. 1230/ /1232), mentre c... »»

Vita seconda di san Francesco d'Assisi del Celano

  VITA SECONDA DI SAN FRANCESCO D'ASSISI PROLOGO Nel nome del Signore nostro Gesù Cristo. Amen Al ministro generale dell'Ordine dei frati minori 578 1. La venerata assemblea dell'ultimo Capitolo generale e vostra Paternità reverendissima, assistiti da Dio, hanno creduto bene di ordinare a noi, per quanto incapaci, di scrivere i fatti e persino le parole del glorioso nostro padre Francesco, a conforto dei presenti ed a memoria dei posteri. Noi l'abbiamo potuto conoscere meglio degli altri per lunga esperienza, frutto di assidua comunione di vita e di scambiev... »»

Trattato dei miracoli di san Francesco di Tommaso da Celano

BENCHE' possa essere considerato come un complemento della Vita seconda il Trattato dei miracoli che -- dietro pressioni soprattutto di Giovanni da Parma -- Tommaso da Celano portò a termine verso il 1252 1253, ha pure dei precisi valori e significati autonomi e nuovi. Un valore e un significato, anzitutto, di glorificazione, non solo di Francesco <<stimmatizzato >> ma del movimento religioso da lui suscitato. Calata in un contesto pregnante di misteriosi << presagi >>, la glorificazione dei << due ordini >> religiosi fondati dal Santo ( ma con omis... »»

Leggenda dei tre compagni

LA COSIDDETTA Leggenda dei tre compagni è la più importante delle biografie non ufficiali di Francesco, cioè delle Vite del Santo non scritte su commissione e dietro controllo papale o della classe dirigente dell'Ordine francescano. La sua denominazione è dovuta alla sua attribuzione a Leone Rufino e Angelo, attestata dalla Lettera di Greccio dell'11 agosto 1246, che nella tradizione manoscritta fa da premessa ai 18 capitoli che la compongono, ma che con essi non sembra avere molto a che fare (cfr. Introduzione, qui pp. 225-233). Questa Leggenda costituisce in ogni... »»

Preghiera 'Absorbeat'

[277]1 Rapisca, ti prego, o Signore, I'ardente e dolce forza del tuo amore la mente mia da tutte le cose che sono sotto il cielo, 2 perché io muoia per amore dell'amor tuo, come tu ti sei degnato morire per amore dell'amor mio.... »»

La leggenda dell'Anonimo perugino

LA LEGGENDA di san Francesco dell Anonimo perugino-- cosiddetta perché tramandata da un unico manoscritto conservato nella biblioteca conventuale di San Francesco al Prato di Perugia--, rappresenta anch'essa un testo biografico non ufficiale. L'Anonimo si presenta, in apertura del suo scritto, come un discepolo dei compagni di Francesco, appartiene pertanto alla terza generazione francescana, e la sua opera, tutto considerato, si palesa più vicina alla Leggenda maggiore di Bonaventura che non alla Leggenda dei tre compagni. Studi recenti hanno voluto tuttavia fissare più ... »»

Benedizione a frate Leone

[262] 1 Il Signore ti benedica e ti custodisca ( ), mostri a te il suo volto e abbia misericordia di te. 2 Rivolga verso di te il suo sguardo e ti dia pace. 3 Il Signore benedica te, frate Leone.... »»

Lettera ai fedeli (seconda recensione)

[179] 1Nel nome del Signore, Padre e Figlio e Spirito Santo. Amen. A tutti i cristiani religiosi, chierici e laici, uomini e donne, a tutti gli abitanti del mondo intero, frate Francesco, loro servo e suddito, ossequio rispettoso, pace dal cielo e sincera carità nel Signore. [180] 2Poiché sono servo di tutti, sono tenuto a servire tutti e ad amministrare le fragranti parole del mio Signore. 3E perciò, considerando che non posso visitare personalmente i singoli, a causa della malattia e debolezza del mio corpo, mi sono proposto di riferire a voi, mediante la presente le... »»

Lettera ai fedeli (prima recensione)

Giubilo su quelli che fanno penitenza. Capitolo I° [178/1] 1Nel nome del Signore. Tutti coloro che amano il Signore con tutto il cuore, tutta l'anima e la mente, con tutta la forza e amano i loro prossimi come se stessi, 2e hanno in odio i loro corpi con i loro vizi e peccati, 3e ricevono il corpo e il sangue del Signore nostro Gesù Cristo, 4e fanno frutti degni di penitenza. [178/2] 5Oh, come sono beati e benedetti quelli e quelle, quando fanno tali cose e perseverano in esse; 6perché riposerà su di essi lo Spirito del Signore, e farà presso di loro ... »»

Piccolo Testamento del 1226.

[132] 1 «Scrivi che benedico tutti i miei frati che sono ora nellíOrdine e quelli che vi entreranno fino alla fine del mondo. 2 Siccome non posso parlare a motivo della debolezza e per la sofferenza della malattia, brevemente manifesto ai miei frati la mia volontà in queste tre esortazioni. [133] 3 Cioè: in segno di ricordo della mia benedizione e del mio testamento, sempre si amino tra loro, [134] 4 sempre amino ed osservino la nostra signora la santa povertà, [135] 5 e sempre siano fedeli e sottomessi ai prelati e a tutti i chierici della santa madr... »»

Ammonizioni

I. Il corpo del Signore. [141] 1 Il Signore Gesù dice ai suoi discepoli: "Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per me.2 Se aveste conosciuto me, conoscereste anche il Padre mio; ma da ora in poi voi lo conoscete e lo avete veduto". 3Gli dice Filippo: "Signore, mostraci il Padre e ci basta". 4Gesù gli dice: " Da tanto tempo sono con voi e non mi avete conosciuto? Filippo, chi vede me, vede anche il Padre mio". 5Il Padre abita una luce inaccessibile, e Dio è spirito, e nessuno ha mai visto Dio. 6Perci&ogr... »»
« Prec. 1 2 3 Succ. »